Image Alt

Contucci

Contucci

Contucci

La famiglia Contucci è una delle più antiche di Montepulciano, lo è certamente tra quelle che ancora vi dimorano. Già nel Rinascimento iniziò la coltivazione della vite ed ha continuato fino ai nostri giorni, contribuendo a rendere famoso nel mondo il vino di Montepulciano. I Contucci furono molti stimati dal Granduca di Toscana quando promossero ed attuarono insieme ad altri la bonifica della Valdichiana; è però soprattutto nella viticoltura che si specializzarono e già nel 1700 erano molto apprezzati, sono stati i "padri putativi" del Vino Nobile di Montepulciano (documento del 1773) contribuendo in maniera determinante a renderlo famoso nel mondo: "un vino ottenuto con le uve nobili destinato alle mense dei nobili"; nel 1800 la loro fama è dimostrata da numerose medaglie ed attestati.
La costruzione della Cantina Contucci risale ad epoca molto anteriore a quella dell'omonimo Palazzo (dimora anche di Papa Giulio III e del Granduca di Toscana Ferdinando I) costruito nel XVI sec. da Antonio da Sangallo il Vecchio ed affrescato internamente da Andrea Pozzo; si può quindi affermare che le Cantine Contucci risalgono al XIII sec. e che facevano parte della più stretta Cinta muraria di Montepulciano.
Ancora oggi i Contucci continuano la tradizione e valorizzano il loro vino facendo convivere tradizione e innovazione nella costante ricerca della qualità.
La superficie aziendale è di 170 ettari di cui 21 di vigneto (di questi 15 a vino nobile) e 5 di uliveto; l'altitudine dei vigneti è compresa tra 280 e i 450 mt. s.l.m, la densità delle piante per ettaro è di 3.000/4.000; il terreno è di origine pliocenica con presenza di argilla e sabbia, le viti, costituite solamente da vitigni autoctoni (Prugnolo Gentile, Canaiolo nero, Mammolo, Colorino, Trebbiano toscano, Malvasìa del Chianti e Grechetto), sono allevate a cordone speronato. Gli interventi agronomici sono sempre improntati al massimo rispetto dell'ambiente; viene praticata la "lotta guidata"; la concimazione, la potatura corta e il diradamento dei grappoli vengono praticati a seconda delle necessità dell'annata. La raccolta viene fatta comunque a mano, in cassette, e con più passaggi selezionando i grappoli; è iniziata la graduale sostituzione dei vigneti più vecchi.
Nelle Cantine Contucci maturano tutti i vini prodotti dall'azienda: il Vino Nobile (classico, Pietra Rossa, Mulinvecchio, Palazzo Contucci, Riserva,), il Rosso di Montepulciano, il Vin Santo, il Bianco della Contessa, fatto in onore delle donne di famiglia, per un totale di circa 100.000 bottiglie annue. La vendita per circa il 50% viene fatta direttamente in cantina ai privati, per il resto avviene per esportazione in Austria, Germania, Svizzera, Inghilterra, Belgio, Estonia, Giappone, Korea, Australia Cina, Canada e Usa.
Inoltre l'azienda produce olio extra vergine di oliva.
Grazie alla loro bellezza, queste cantine vengono quotidianamente visitate da turisti di tutto il mondo, ai quali viene offerta l'opportunità di assaggiare i vini della casa in una graziosa piccola sala appositamente allestita.

As far back as the Renaissance the Contucci family were cultivating the grape and by 1700 this activity of theirs' was much appreciated. In fact they were one of the "founding fathers" of Vino Nobile, as is documented in 1773; having a major role in making it world famous: "a noble wine destined for the table of gentle folk". By 1800 the fame of their wine was demonstrated by numerous medals and testimonials, which they had won. The building of the Contucci cellars took place before the mansion of the same name, which was once inhabited by Pope Giulio III and then by the Grand Duke Ferdinand I. The mansion was built by Antonio Sangallo The Older and painted internally with affrescoes by Andrea Pozzo. One can therefore say that both house and cellars were built in the XIII century and were part of the old inner walls of Montepulciano. The farm estate is 170 hectares in size, of which 21 hectares are vinyards (15 hectares devoted to Vino Nobile) and 5 hectares olive-yards. These vineyards are situated in one of the best zones of production in the area, at a height of between 280 and 450 metres. The soil is mostly pliocenica in origin mixed with some clay and sand. The vines, only local varieties (Prugnolo Gentile, Canaiolo nero, Colorino, Mammolo, Trebbiano toscano, Malvasìa del Chianti and Grechetto) are raised at sourred cordon and are planted at a density of about 3.000/4.000 plants per hectare. All the wines produced by the estate are matured here: Vino Nobile (classico, Pietra Rossa, Mulinvecchio, Palazzo Contucci, Riserva), Rosso di Montepulciano, the Vin Santo and finally Bianco della Contessa in honour of the women in the family, in all a total of approximately 100.000 bottles annually. 50% of the sales are made to private citizens directly from the cellars, the remainder are accounted for by exports to Austria, Germany, Switzerland, England, Belgium, Estonia, Japan, Korea, Australia, China, Canda and Usa. Besides the wines the estate also produces Extra Vergine Olive Oil. Thanks to their beauty, these cellars are visited daily by tourists from all over the world, who are offered the chance to taste the estates' wines in a charming small, appropriately furnished room.

Servizi

Services

Visita Cantina
Degustazione
Accoglienza gruppi
Vendita vini al dettaglio


Lingue parlate

Spoken languages

Inglese
Francese
Tedesco
Spagnolo


Cantina19

Prodotti

Products

Vino Nobile di Montepulciano DOCG
Vino Nobile di Montepulciano Pietra Rossa DOCG
Vino Nobile di Montepulciano Riserva DOCG




Logo azienda

Logo azienda

Recapiti

Indirizzo
Via del Teatro, 1 - 53045 - Montepulciano
Numero di telefono
CAP
53045
Sito web

Contact Listings Owner Form

Map

Contatti

Form di contatto